Il Totocalcio…che cambiamento!

Quella di sopra è la schermata del sito web della Sisal che mi dice di come la mia schedina del Totocalcio non sia risultata vincente. Ebbene sì, ho giocato al Totocalcio dopo anni. Un’operazione nostalgia condivisa in quel di Asiago con l’amico Spolaz all’ultimo giorno delle nostre vacanze in Altopiano.

La cosa che va segnalata è che siamo rimasti davvero stupiti di come sia cambiato il concorso che ha fatto la storia d’Italia in questi ultimi anni. Un elenco delle cose che ci hanno colpito:

  1. Difficile trovare un bar che tenga ancora il concorso. Ad Asiago siamo andati in due di quei bar/ricevitorie prima di trovare un terzo bar in cui giocare.

  2. la schedina presenta 8 colonne con 14 righe ma…non presenta le partite! Ho pensato che venissero estratte in un secondo momento…tipo Lotto! 😉

  3. le partite non si trovano nemmeno nella La Gazzetta dello Sport del sabato. Devi richiedere al ricevitore la lista delle stesse.

  4. Puoi vincere col 9, col 12, col 13 e col 14. I 9 vanno “beccati” tutti di fila.

  5. Pronostici da fare anche su partite di campionati stranieri.

E’ stato anche difficile trovare il modo di verificare la schedina on-line. Ero andato subito sul sito della Sisal, ma in una prima sessione non avevo individuato come fare. Al secondo tentativo ho notato il pulsante verde che mi ha consentito di verificare la scheda.

A parte che Spolaz mi ha battuto 4-3, non credo che tornerò a giocare al Totocalcio, a questo Totocalcio.
Una volta era tutta un’altra cosa…

Share

Un commento

  • Caro amico hai ragione neanche io giocherò piu’ al totocalcio. La procedura è troppo intrigata con tutte queste diavolerie. Rimpiango i tempi quando il sabato si giocava semplicemente la schedina di due euro al bar o al tabacchino sognando poi di vincere la domenica.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *