Biathlon: intervista a Karin Oberhofer

Quest’anno ho avuto il piacere di avvicinarmi al Biathlon grazie all’amico Federico Degan, che ha realizzato il sito web ufficiale di Karin Oberhofer, campionessa della Nazionale. È stata gentile a concedermi questa intervista.

Bronzo lo scorso anno alle Olimpiadi, altre medaglie quest’anno ai Mondiali. Cosa si prova?

In realtà non ci faccio molto caso. Si prova e si cerca di migliorarsi ogni anno, sia sugli scii sia sul tiro. Spesso è la famiglia o sono i miei amici che mi ricordano di quello che ho vinto, di quello che ho raggiunto! Ma logicamente sono anche molto contenta e soddisfatta delle medaglie, perché così vedo che ho lavorato bene. Il Biathlon è la mia passione. Mi piace allenarmi, migliorare, imparare nuove cose, lavorare su di me! E nello Sport fai bellissime esperienze che ti servono per tutta la vita.

Qual è la tua giornata tipo di allenamento?

Mi alzo la mattina, faccio colazione, mi preparo per l’allenamento che inizia alle 8.30. Poi torno a casa per il pranzo. Dopo aver mangiato mi riposo un attimo e verso le ore 15 vado di nuovo ad allenarmi, tornando a casa verso cena. Come allenamento abbiamo diverse attività: il tiro, il potenziamento muscolare, la corsa, la camminata in montagna, la bici, lo sci, il roll skating e quello classico, ecc.
Ci sono tante cose da fare, come per esempio l’allungamento dopo l’allenamento: è importante per il recupero fisico. Poi spesso giriamo dei video durante l’allenamento, che poi analizziamo con gli allenatori dopo cena.

Che tecnologia viene utilizzata nel tuo sport?

Usiamo molto i cardiofrequenzimetri: è importantissimo. Così controlliamo il ritmo con cui dobbiamo allenarci. Abbiamo la marca Polar che ci mette a disposizione gli orologi e i cardiofrequenzimetri. Durante l’allenamento misuriamo spesso anche il lattato.

Come fate ad analizzare una gara?

Prima penso a come mi sono sentita in gara, come ho affrontato il poligono… Poi parlo con gli allenatori: come mi hanno visto loro, come erano gli sci, come era lo status della mia forma, come ho gestito la gara… l’allenatore mi dice dove sono finiti i miei colpi, se ho fatto una rosata bella o mi mostra invece dove sono stati gli errori. Ogni tanto viene anche girato un video, allora guardiamo anche quello. Viene analizzata la tecnica sugli scii, nelle diverse parti della pista, per esempio se ho fatto bene la discesa e la curva… anche lì si può perdere tanto tempo.

Share

Un commento

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *