Il multimedia nel basket: il lavoro video di agenti e staff tecnici

homepage protmovie ProTalent

Questo articolo tratta del multimedia nella pallacanestro italiana, avvalendosi anche delle informazioni che ho ottenuto alla luce di due incontri avuti lo scorso anno con il responsabile scouting della Benetton Basket Treviso, Massimo Biasin, e con uno dei maggiori agenti giocatori a livello europeo, Maurizio Balducci, fondatore della Protalent Sports Management. Entrambi si sono dimostrati oltremodo disponibili.

Per quanto riguarda il mondo degli agenti sportivi, anche nel basket come nel calcio l’uso di prodotti audiovisivi è molto diffuso, con la realizzazione di supporti che presentano il giocatore assisitito sia sotto il profilo atletico che spesso quello umano. La Protalent Sport Management opera con la messa anche su web di alcuni di questi filmati, visualizzabili nel sito protmovie.it. Con questi video di presentazione non solo si cerca di mettere in risalto le abilità propriamente atletiche (nessun team di livello compra a scatola chiusa ovviamente…) di un assistito, ma anche la personalità di questo, con una video intervista intramezzata da azioni di gioco.

A livello di squadra viene regolarmente effettuato uno studio audiovisivo dell’avversario di turno, e anche di obiettivi di mercato. Si registra in DVD quante più partite possibili, creando e gestendo così un archivio molto importante di partite internazionali su cui lavorare. In Benetton si hanno a disposizione alcuni decoder e viene effettuato un capillare studio audiovisivo di obiettivi di mercato. A lavorarci sono in 3 persone, che però si occupano nel contempo di altre mansioni. Le statistiche sono molto importanti per l’allenatore Blatt, che ha assunto il proprio cognato ad occuparsene stabilmente. I video erano assai preziosi per l’ex D.G. Maurizio Gherardini, ora a Toronto, in NBA, dove gli staff di analisti video conta di diverse unità per team.

Da segnalare che in Italia la Legabasket ha creato un archivio di tutte le partite del campionato, caricate in formato compresso sul sito internet della lega stesso. Questo archivio è accessibile solo agli staff tecnici tramite identificativi e password, cosicchè tutti hanno a disposizione gli incontri del campionato, spesso ripresi da tv locali e quindi non facilmente reperibili. Le modalità tecniche e tecnologiche di ripresa di queste emittenti è stato delineato lo scorso anno dalla stessa Legabasket e permette così di avere una ripresa standard della stessa.
Anche in altre società di Serie A e A2 c’è un ufficio scouting che si occupa di analisi video. Ricordo che nel calcio anche le maggiori società di Serie A non hanno predisposto nulla del genere, nonostante i budget milionari.

Autore: Marco Chiesa

Share

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *